Zeppole sarde di carnevale

le zeppole da inzuccherareCucina05Ingredienti
  • Farina 00                g 700
  • Patate                    g 300
  • Lievito di birra    g 35
  • Arance                    n. 4 le bucce grattugiate e il succo a parte
  • Uova                        n. 5 rossi  e i bianchi montati a neve.
  • Zafferano             g 1
  • Sale                         un pizzico
  • Grappa                  due bicchierini
  • Olio  e. v. di oliva    quattro cucchiai
  • Latte                      q. b.
  • Zucchero              g 500
  • Vanillina               due bustine
  • Olio per friggere un litro e mezzo.

Preparazione

Bollire le patate, sbucciarle, e passarle, come si fa quando si preparono  gli gnocchi.

Montare a neve gli albumi, scaldare il latte a circa 40 °C.

In una ciotola capiente o una pentola di acciaio, versare la farina, le patate passate, il lievito diluito in poca acqua tiepida, le arance sia le  bucce gratuggiate, sia il  succo, i tuorli delle uova, lo zafferano, il pizzico di sale, la grappa, l’olio  e. v. d’oliva,  il latte un po per volta q.b., l’impasto deve raggiungere la consistenza della pasta per la pizza.

Lavoratela bene, a questo punto unire gli albumi montati a neve, continuando a lavorarla delicatamente fin che viene assorbita, la pasta deve essere morbida e asciutta.

Mettete a lievitare la pasta delle zeppole  in un posto riparato da correnti d’aria, copritela con una tovaglia, se la stagione è fredda e bene che sia di lana, andate a rivedere i consigli sugli impasti e lievitazioni nella categoria lievitazioni.

La pasta delle zeppole quando è ben lievitata  deve almeno raddoppiare il volume. Quindi calcolare se il recipiente sia abbastanza grande, coprire e aspettate che lieviti.

Fate scaldare su una padella a bordo alto, almeno 3 centimetri, l’olio per friggere e tenete a portata di mano una ciotola d’acqua e un cucchiaio. La ciotola serve per bagnare le dita e il cucchiaio, ogni volta che si prende la pasta delle zeppole.

Prendere quindi una quantità di pasta per formare una zeppola o ciambella, perché questa e la forma che dovremo  ottenere facendo un foro centrale.

Serve anche un bastoncino di legno, che si può ricavare anche da una cucchiaio di legno lungo 35 40 cm. rotondo e sottile, o un ramoscello di olivo pulito dalla corteccia; serve a girare le zeppole.

Quando la pasta è lievitata e l’olio per friggere è caldo, si può vedere la sua temperatura mettendo nell’olio un pezzettino di pane o una scorza di limone, se frigge bene  si può cominciare la cottura delle zeppole in questo modo, si bagnano le dita e il cucchiaio nella ciotola d’acqua, col cucchiaio si prende un po di pasta,  la quantità non è importante ma influirà nella grandezza delle ciambelle, quindi  con le dita si fa un foro centrale alla pasta a forma di ciambella e si fa  scivolare delicatamente nell’olio, non è così difficile come sembra, piano piano le ciambelle verranno sempre più belle, basta un po di pratica e manualità.

Non appena si vede che diventano color oro si girano e si fa la stessa cosa all’altra parte, si fanno sgocciolare e si passano le zeppole sarde nello zucchero miscelato alla vanillina su entrambe le parti.

Comments

comments