Le Grappe e acque vite aromatizzate.

Le Grappe e le acque vite aromatizzate

Discendenti dirette delle preparazioni medicamentose del passato, a base di acquaviti e erbe officinali, spezie, frutti ecc.

Nel tentativo di migliorarne l’effetto curativo, si scoprì, che oltre che salutari, erano anche piacevoli da bere.

Da materie prime di basso tenore, ma in stato ottimale, si ottengono i migliori distillati.

Ma da materie prime danneggiate o scadenti non si ottengono buoni distillati: quindi da ottime materie prime ottimi distillati.

Per la costruzione delle botti, il legno da preferirsi è il rovere, ma sono ottimi anche il frassino, il gelso, il ginepro il melo, il ciliegio, ecc,.

Si possono adoperare anche dei piccoli bastoncini  o trucioli di questi tipi di legni, ben essiccati e conservati in posti non umidi, in questo modo si può evitare la evaporazione, che invece si ha nella botte, con conseguenza diminuzione del distillato.

Comments

comments